default_mobilelogo

Rischio campi elettromagnetici

In alcune circostanze particolari, dovute alla mansione svolta o agli ambienti in cui si trovano ad operare, i lavoratori di un’azienda possono essere esposti a campi elettromagnetici.

Se vengono superati certi valori limite, i campi elettromagnetici possono costituire dei rischi per la salute dei lavoratori e per questo motivo il D.Lgs. 81/2008 prevede una serie di norme per tutelare tutte quelle persone che lavorano in ambienti potenzialmente pericolosi.

La normativa prevede l’adozione di misure di prevenzione e protezione dei lavoratori dai danni fisici a breve termine che possono derivare: dall’esposizione ai campi elettromagnetici (da 0 Hz a 300 GHz), dalla circolazione di correnti indotte, dall’assorbimento di energia e da correnti di contatto. Rimangono esclusi da questa tutela i lavoratori che si trovano a contatto con conduttori in tensione e quelli che dimostrano effetti dopo un lungo termine di esposizione ai campi elettromagnetici.

Lo Studio di ingegneria Mazzone fornisce il supporto necessario al Datore di Lavoro per la Valutazione dei Rischi Elettromagnetici, in conformità alle norme CENELEC (norme europee standardizzate del Comitato Europeo di Normalizzazione Elettrotecnica).

La valutazione del rischio derivante dall’esposizione a campi elettromagnetici condotta è articolata secondo i seguenti step fondamentali:

  • Censimento delle sorgenti di campo elettromagnetico: identificazione, determinazione del tipo di radiazione emessa e delle modalità di emissione, collocazione materiale in azienda. Individuazione di quelle eventualmente giustificabili sulla base della loro classificazione, secondo le norme tecniche di riferimento o specifici standard tecnici. Le sorgenti giustificabili non richiedono di eseguire una valutazione del rischio approfondita in virtù dell’automatica conformità delle esposizioni da queste eventualmente generate
  • Identificazione dei compiti lavorativi che espongono gli addetti al rischio da campi elettromagnetici, identificazione delle mansioni che prevedono i compiti lavorativi di cui sopra e individuazione nominale degli addetti che, conseguentemente, risultano esposti al rischio
  • Identificazioni delle aree potenzialmente soggette a divieto di accesso
  • Calcolo o misurazione diretta della grandezze fisiche che risulta necessario valutare (campo elettrico e/o magnetico, correnti di contatto, correnti attraverso gli arti), in corrispondenza degli organi bersaglio (capo, tronco ed, eventualmente, estremità), sotto le condizioni definite da ognuno dei compiti lavorativi e, nel caso, di ognuna delle situazioni espositive identificate precedentemente
  • Valutazione dell’esposizione e confronto normativo
  • Definizione dell'eventuale programma di azione.

Ing. Francesco Mazzone

 

Via Delvecchio, 6

70018 Rutigliano (Bari) Puglia

Tel./fax +390804768224

Mob. +393474416952

Email: info@energymanagement.it

Pec: ing.mazzone@pec.it